lunedì 12 settembre 2011

Frollini Doppio Cacao


Dovete sapere che nonostante io mi conceda i dolci che preparo, prevalentemente al mattino con la colazione, mi capita spesso di avere il desiderio di concludere uno degli altri pasti della giornata con un bocconcino dolce, magari adatto anche per essere gustato assieme al caffé.

Di solito non è niente che possa assumere i connotati e le proporzioni di un autentica portata e per giunta ipercalorica come può essere il dessert preso al ristorante a fine pasto (che di norma infatti evito diligentemente)... quindi se d'inverno esso può consistere in una delle mie praline o pochi grammi di cioccolato fondente di pregio, nella stagione calda quasi certamente si tratta invece di un buon biscottino... (ovviamente impastato e cotto dal sottoscritto! ;-)))

Vi dico solo che anche nei periodi nei quali avverto la necessità di limitare le calorie assimilate, pur di non rinunciare a questo gratificante rituale di fine pasto, preferisco ridurre l'apporto dei carboidrati nelle portate a monte (che sia pane o pasta).

Spesso ci sono i miei cantucci, oppure le lingue di gatto, altre volte i brutti ma buoni o dei biscotti di comune frolla al burro...

Da tempo invece avevo voglia di un biscotto che al palato dicesse: "Cacao! Cacao!!" ;-DDD ...e chi mi conosce ed ha seguito con interesse la parte della degustazione e valutazione organolettica ai miei corsi, sa che uno dei parametri che apprezzo particolarmente di un cioccolato fondente di pregio è relativo alla nota amara di cacao (ovviamente quando è associata ad una naturale scarsa astringenza).

Naturalmente mangiare uno di questi biscotti non è la stessa cosa che degustare una scheggia di una massa di cacao di pregio, ma questa mia personale elaborazione soddisfa senz'altro i requisiti di "fine pasto" desiderati! ;-)

Mi preme ricordare che la bontà del risultato finale è direttamente collegata alla qualità degli ingredienti scelti, quindi mi sento di dare queste importanti indicazioni:

-Cacao amaro: chi almeno una volta nella vita ha assaggiato o anche solo odorato del cacao olandese pregiato, sa che tutti gli altri a confronto non sembrano neanche cacao, ma viene il dubbio che per colore ed odore siano... terra per campi da tennis camuffata da cacao! ;-)))

-Cioccolato fondente: leggere l'etichetta, se compare la dicitura generica "aromi" evitare... l'aroma di vanillina vi perseguiterebbe per settimane, viceversa nel frattempo vi chiedereste dove sia finito invece l'aroma di cacao...

-Lievito: idem come sopra, evitare lieviti vanigliati e contenenti pirofosfati, preferire quindi quelli naturali composti di tartarato, bicarbonato, amido e zero aromi.

Per gli altri ingredienti logicamente vale sempre il discorso della qualità e genuinità, ma fortunatamente non sussiste l'eventualità delle aromatizzazioni penetranti e persistenti.


Il nome che ho voluto dar loro (come credo avrete già intuito) deriva dal fatto che il cacao è presente doppiamente, ovvero sia come ingrediente singolo che come parte di un composto (cioccolato).

Facoltativamente si può scegliere di decorarli ed addolcirli con dello zucchero in granella (come appare ben evidente nelle foto), io avrei fatto tranquillamente a meno ma il piccolo chef stravede per tutti quegli zuccherini croccanti e quindi buona parte dell'infornata è andata ingranellata! ;-)))
N.B.: mi hanno fatto notare che così sembrano i "Pan di stelle"... ci somigliano è vero ma per taroccarli veramente "ad hoc" mancherebbe ancora un ingrediente.... ;-DDD


Per chi come me ama il gusto forte di cacao può spingersi fino ad una percentuale nel fondente del 90%, viceversa per chi ama il dolce ad oltranza, oltre che ingranellarli, può sostituire lo zucchero di canna con quello bianco semolato.
In entrambe le varianti la ricetta rimane secondo me comunque abbastanza bilanciata senza ritoccare il resto.


Ingredienti
Farina 00 (debole) 200 gr
Cacao amaro 50 gr
Lievito per dolci 5 gr
Sale un pizzico
Zucchero di canna 125 gr
Uovo 1 (grande)
Burro 100 gr
Cioccolato fondente (70%) 50 gr
Zucchero in granella (facoltativo)


Procedimento
Setacciare assieme cacao, farina e lievito, aggiungervi il pizzico di sale e tenere da parte.

Mescolare l'uovo intero allo zucchero e tenere anch'esso da parte.

Sciogliere nel microonde o a bagnomaria il cioccolato spezzettato assieme al burro, mescolando di tanto in tanto fino ad ottenere un composto fluido ed uniforme.

Lasciarlo raffreddare e poi unirlo alle polveri setacciate, cominciando ad impastare fino ad ottenere un composto di briciole.

Unire a questo punto l'uovo "zuccherato" e finire d'impastare come una comune frolla, ovvero giusto il tempo che l'impasto si compatti e pulisca la ciotola.

Avvolgere con pellicola e riporre in frigo a riposare per 2 ore almeno.

Trascorso il tempo, infarinare leggermente il piano e lavorarvi l'impasto indurito dal freddo finché non riprende la desiderata malleabilità.

Stendere col matterello a 4-5 mm di spessore aiutandosi se necessario con due fogli di carta forno e con un tagliapasta di 5 cm di diametro ricavare i biscotti.

Se si vogliono ingranellare, spennellarli uno ad uno con pochissimo latte (che faccia da adesivo), cospargendoli poi con la granella di zucchero, lasciando cadere quella in eccesso.

Posizionarli sulla placca coperta di carta forno distanziati tra loro di 1-2 cm (difatti crescono poco) e passarli in forno caldo a 170° per 10-12' circa o comunque fino a cottura.


Essendo biscotti scuri e pure coperti di granella invero si fatica un po' a capire quando sono cotti... conviene perciò andare più a naso che ad occhio! ;-)))

Infatti, quando si sente sprigionare il massimo dell'odore di cacao vuol dire che più o meno manca 1 minuto, al massimo 2!

Per quelli non coperti di granella si noterà invece che la superficie ha perso lucidità ed è appena screpolata.

Una volta tolti dal forno, lasciarli raffreddare 5' sulla teglia e poi spostarli a finir di raffreddare su una griglia.

Una volta freddi conservare al chiuso in una biscottiera.

Buona giornata! :-)

40 commenti:

  1. Ciao Nanni! che bontà questi biscottini! con granella o senza, li mangerei tutti :)

    RispondiElimina
  2. Che tentazione questi biscottini!!
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  3. ecco..è proprio la cottura il mio problema, ogni volta quelli al cacao rischiano di bruciarsi (anzi, spesso bruciano e basta!) :-), i tuoi invece mi fanno rabbia da tanto sono belli e scommetto pure buoni!
    ho un giveaway in corso se ti va di passare, baci!!!
    Francesca

    RispondiElimina
  4. Sai che anche io termino sempre il pasto con un piccolo dolcetto??? Piccolino piccolino, ma che conclude perfettamente il tutto :)))
    Mi sa che dovrò fare questi biscottini per il mio dolcetto finale, tra l'altro sono anche bellissimi da vedere!

    RispondiElimina
  5. Da svenimento! Voglio anche questi al corso! :) a parte gli scherzi, anche io senza dolce non riesco a concludere il pasto.. magari prima mi mangio un'insalata e del petto di pollo alla griglia, ma poi devo deliziarmi il palato con un dolcetto, possibilmente cioccolatoso!

    RispondiElimina
  6. la tua passione non fallisce mai... ^___*
    buon inizio di settimana ...
    e un davvero un buon inizio con questi frollini...
    baci da lia

    RispondiElimina
  7. E già: per avvicinarsi ai pan di stelle mancano le nocciole ma, a dir la verità, mi attrirano molto di più questi...

    In particolare nella versione senza granella fanno venire l'acquolina in bocca: la prima foto è davvero splendida!

    RispondiElimina
  8. buoni buoni buoni....chissà che profumo meraviglioso!!!!
    peccato non averne una cinquantina per fare colazione ;)))))
    come sempre complimenti!!!!
    a presto,
    ciaooooooooooooooooooooo

    RispondiElimina
  9. che bonta', fanno venire l' acquolina in bocca.
    grazie per questa ricetta

    RispondiElimina
  10. che bonta', grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  11. @Cristina: ciao! La ricetta sta lì apposta! ;-)
    Grazie e buona giornata!

    @apiedinudisuldivano: :-DDD
    Ciao!

    @Mariangela: grazie! Buona giornata a te!

    @Francesca: che peccato però!
    Anche il mio forno è un ammazza-frolle, ora però l'ho addomesticato! ;-)
    Partecipo con piacere al tuo give-away, così ho l'occasione di ricambiarti il favore! ;-)
    Baci a te!!

    @Tery: avendoti conosciuta devo dirti che un po' lo immaginavo! ;-)
    Grazie mille e mi auguro possano deliziare anche i tuoi fine pasto!!

    @Commis: al contrario io li consiglierei per rinvenire! Ahahahha ;-PPP
    Vedo che per le sane abitudini sono in ottima compagnia! :-DDD
    Ciao!

    @Lia: grazie carissima! Buona giornata e baci a te!

    @Virò: bingo!!
    Grazie! Sai che le foto sono uno dei miei punti deboli... ma quando il soggetto è fotogenico.. ;-)))

    @Sgt.Pepper: appena sfornati il profumo è da capogiro!
    Grazie per i complimenti!!!
    Buona giornata!!!

    @Antonella: grazie a te per il commento!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
  12. partecipa al contest per vincere una caraffa filtrante prezzemolino.com

    RispondiElimina
  13. Grazie per l'invito, buona giornata!

    RispondiElimina
  14. eh ma sono uno psettacolo nanni! Golosissimi davvero!

    RispondiElimina
  15. Una volta avevo a casa un barattolo di cacao comprato ad Amsterdam e non sapevo quanto fosse pregiato ; )) ora lo so grazie a te! molto carini questi biscotti Nanni, anch'io amo assaporare qualcosa di dolce dopo mangiato e rinuncio volentieri ad un po di pasta o pane

    RispondiElimina
  16. Mi sa che siamo tutti con il solito viziaccio del dolcetto con il caffè, che a casa tua vedo che è di pregio...Concordo con te su tutto il discorso della qualità degli ingredienti e mi hai fatto aprire gli occhi sull'agente lievitante...Io vado quasi sempre di lievito vanigliato...
    Deliziosi i tuoi biscotti e rispetto ai pan di stelle, mancano le nocciole?!Baci e buona serata!

    RispondiElimina
  17. in effetti sembrano proprio i pan di stelle! :) Davvero belli!

    RispondiElimina
  18. mi piacciono sempre i tuoi post accademici :-)
    soprattutto se accompagnano ricette così, che anche una profana come me potrebbe fare

    RispondiElimina
  19. Ma che pan di stelle, questi sono i biscotti del Paradiso!!!!!!

    RispondiElimina
  20. @Caris: ciao! Ma grazie, a me sono piaciuti molto! ;-)
    A presto

    @titty: beh, del resto il cacao in polvere l'hanno inventato gli olandesi! ;-)
    Buona giornata!

    @Sara:sia lo zucchero che il lievito vanigliati e la vanillina stessa rischiano di predominare come aroma, quindi mi sento di sconsigliarli dove si cerca un gusto equilibrato.

    Si, per una taroccatura esatta dei PdS ci vorrebbe anche un po' di nocciola... per esempio pensavo io, sostituendo parte del cioccolato fondente con del gianduia... ;-)))

    Mi sa tanto che il dolcino col caffè sia lo sport nazionale...!Ahahahah ;-)))

    Buona giornata! :-D

    @Monica: grazie!
    Come vedi anch'io sono per "un biscotto al giorno!" ;-)))
    Ciao!

    @Gaia: ma grazie! Mi fa piacere che tu li trovi interessanti :-DDD
    A presto!

    @Eleonora: grazie carissima, sei sempre molto gentile! A presto

    RispondiElimina
  21. ciao che belli questi biscottini, sono perfetti per i miei cuccioli, allora mi segno la tua rictta e appena li farò ti avviso, avvimente sulpost verrai nominata....adesso con le scuole appena si rientra a pieno ritmo sono ideali per la prima colazione GRAZIE ...non so se sai cel mio contest lievitami il cuore, ma se ti fa piacere ti invito a partecipare, buona giornata

    RispondiElimina
  22. anche io molte volte ho voglia di concludere i pasti con qualcosa di dolce e questi biscottini sono l'ideale:-) ciao

    RispondiElimina
  23. @Mamma Papera: grazie mille, mi auguro siano di vostro gradimento!
    Grazie per l'invito appena ho un minuto passo a dare un'occhiata ;-)

    @Ombretta: ciao! Vedo che sono in ottima compagnia! ;-)
    Buona serata

    RispondiElimina
  24. sono rientrata anche io, ma non si vede...
    e...mamma mia, non ti sto dietro!!
    ;-)

    sei ripartito alla grande!

    ho visto il trucco dei ventagli: un genio!

    salutoni

    RispondiElimina
  25. Il mio palato grida cacao-cacao molto spesso. Amo il cioccolato in tutte le sue varianti e questi biscotti...quanto vorrei rubarne una bella scorta! OTTIMI!!!

    RispondiElimina
  26. Nanniiiii ho postato il tuo tartufooooooo e non mi sgridare se da fuori tutto sembra meno che il tuo : ((

    RispondiElimina
  27. @Gaia: bentornata!
    Tranquilla, non è che poi ti interrogo... ahahahahah ;-PPP
    Grazie mille ed a presto!

    @Esme: grazie! Puoi provare a farli così intatno ti fai la scorta! ;-))
    Buoan giornata!

    @Titty: ma grazie! Vengo a vedere Buona giornata!

    RispondiElimina
  28. Favolosi! Li devo assolutamente provare. So che a casa li gradirebbero assai. Buona domenica Lauradv

    RispondiElimina
  29. Ciao Laura! Se li provi ci tengo ad un tuo parere.
    Grazie e buona settimana!

    RispondiElimina
  30. Ciao Nanni,ho provato a riprodurre questa bontà due volte.I miei bambini a scuola per la merenda sono stati invidiati anche dagli insegnanti....Unico inconveniente trovo che l'impasto sia poco gestibile quando si stende una volta tolto dal frigo,per quanto l'abbia fatto un pò ammorbidire.Comunque sono davvero ottimi grazie e ciao Margherita-Napoli

    RispondiElimina
  31. Ciao Margherita, prima di stendere l'impasto, va rimpastato per qualche minuto (dovrebbero bastarne un paio) perché ritorni malleabile.
    Se invece anche così si sbriciola e non sta insieme vuol dire che l'impasto è troppo asciutto e può dipendere: dalla farina che assorbe di più, oppure dall'uso di un cioccolato con più zucchero (anche quello assorbe!) o dall'uovo più piccolo.
    Per risolvere ti basterà aggiungere alla ricetta 2-3 cucchiai di latte freddo alla fine dell'impastamento, il gusto non cambia.
    Fammi sapere se hai risolto, mi raccomando!
    Grazie mille e buona giornata!

    RispondiElimina
  32. Eccomi,finalmente sono riuscita a rifare i biscotti,nel frattempo devo variare le merende dei figli altrimenti criticano!!Usando uova non troppo grandi,ho aggiunto all'impasto circa mezzo uovo che ho prima miscelato unendo tuorlo e albume.L'impasto una volta ripreso dal frigo ha rispsto decisamente meglio.Grazie...ora,dopo l'ultimo post che ho letto ho quasi timore di farti richiesta di un pan di stelle tarocco....comunque in bocca al lupo e grazie di cuore per il tuo impegno e la passione Margherita

    RispondiElimina
  33. Figurati, non è che ora sono diventato più suscettibile è che ho meno tempo da dedicare a questo spazio, ma una mano quando posso la do sempre volentieri.

    Dunque secondo me se nella ricetta sopra sostituisci il cioccolato fondente con altrettanto gianduia (anche dei normali gianduiotti) dovrebbero somigliarci un po' di più (credo almeno, visto che di PdS non ne compro da anni... ;-))))

    Grazie a te e... crepi il lupo!

    RispondiElimina
  34. eleganti,golosi,invitanti!!!!complimeti!!!!!

    p.s i biscotti sono un altro mio debole..haime'..non solo adoro farli,ma mangerei solo quelli...buon pomeriggio!!!

    RispondiElimina
  35. Beh, io ho un debole un po' per tutti i dolci, prediligo però tutto quello che cuoce in forno ;-)
    Grazie dei complimenti!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  36. Allora caro maestro dei sogni di cioccolato, ti avviso che li ho fatti questi frollini e sono riuscita con molta difficoltà a fare la foto, perchè li hanno finiti in un attimo.
    Passa da me per vedere il risultato...
    grazie sei sempre una certezza.
    Anna

    RispondiElimina
  37. Grazie a te carissima, per aver rifatto, fotografato (nonostante i "golosoni" ;-)) e citato questa mia ricetta! :-D
    Ciao!

    RispondiElimina
  38. Voglia di cioccolato! Domani li preparerò e ti farò sapere!E' che sono a dienta, mannaggia, ma mi basterà prepararli, assaggiare e farli mangiare ai miei! Una abbraccio!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, purtroppo dieta e cioccolato si conciliano solo con piccoli assaggi... ;-D
      In questi casi però ci conforta senz'altro la soddisfazione dei propri cari.

      Grazie carissima ed un abbraccio a te!

      Elimina

Lettori fissi

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
QUESTO BLOG NON RAPPRESENTA UNA TESTATA GIORNALISTICA, IN QUANTO VIENE AGGIORNATO SENZA ALCUNA PERIODICITÀ. PERTANTO, NON PUÒ CONSIDERARSI UN PRODOTTO EDITORIALE AI SENSI DELLA LEGGE N° 62 DEL 7/03/2001